L'orto dell'anello


Diamo il via alla rubrica dell'Anello sul fiume per imparare a coltivare un orto sinergico!
Ci affideremo a testi di permacultura ed agricoltura sinergica per fare il nostro orto. Non pubblicheremo, quindi, solo un manuale sulle tecniche da utilizzare ma per i più interessati anche una sintesi delle idee che stanno dietro a questo tipo di orto.

Intanto guardiamo qualche foto dei nostri volontari all'opera per preparare l'orto dell'anello sul fiume!



Ma che cos'è un'orto sinergico? 
 
Una di quelle solite frikkettonate degli anni '70 portate avanti da hippie che non hanno voglia di spaccarsi la schiena per curare un orto come si deve vangando, sarchiando, rincalzando e concimando? A parere personale, un po' lo è… ma dietro a tutto questo non-fare un orto c'è un pensiero, una filosofia, vecchia di millenni che si sta cercando di far rivivere in ragione della bontà di quei princìpi.

Questi affondano le loro radici nell'osservazione della Natura e dei suoi cicli biologici, sostenuti oggi più che mai dalle recenti scoperte scientifiche nei campi della Chimica del Suolo, della Microbiologia e delle Scienze Naturali in generale.

Ma noi non siamo degli scienziati, o almeno, non tutti!

Per fortuna per parlare di Agricoltura Sinergica e del suo utilizzo pratico per la progettazione e realizzazione di un orto, è possibile semplificare la terminologia e rendere questa conoscenza disponibile per chi vuole farne uso.

Per questo motivo noi di Legambiente, responsabili del progetto “L'Anello sul Fiume”, abbiamo deciso di avviare un orto naturale ai Mulini di Gurone di Malnate.

Progetto dell'orto. A sinistra la zona sinergica, a destra orto tradizionale.

Con questo non vogliamo dire che Legambiente sia carente di laureati… Anzi! Siamo sicuri che loro approverebbero ciò che stiamo tentando.
Vogliamo, però, che anche voi che state leggendo questo articolo possiate comprendere come l'operato della nostra associazione si sposi perfettamente con l'agricoltura sinergica e trarre consigli utili da queste letture (criticando o condividendo ciò che leggerete).
E forse scopriremo assieme che il mondo si può leggere in tanti modi diversi, se si sa cambiare il proprio punto di vista anche solo per un attimo.

Per fare ciò nelle prossime settimane vi introdurremo ai princìpi ispiratori che stanno alle radici del pensiero e della cura per la terra di Emilia Hazelip, pioniere del metodo in Europa.
Ci addentreremo poi nella progettazione vera e propria di un orto che ne segue le “regole” (regole è virgolettato, perché in realtà esse sono molto flessibili e adattabili ai diversi luoghi in cui si vogliono applicare).

Per questo vi invitiamo non solo a seguirci in questo percorso ma anche a venirci a trovare ai Mulini di Gurone, ogni Lunedì e Giovedì pomeriggio dalle 14 alle 17. Potrete vedere con i vostri occhi come procedono i lavori! 
A presto!

Bibliografia:

Emilia Hazelip, Agricoltura Sinergica: le origini, l'esperienza, la pratica, Terra Nuova Edizioni, Firenze 2014


Agricoltura sinergica teorie
Emilia Hazelip e l'Ecofemminismo
L'arte del non-fare di Masanobu Fukuoka

Agricotlura sinergica pratiche

Nessun commento:

Posta un commento